La squadra di A1 dello Sporting Club Sassuolo

Non poteva cominciare in maniera migliore l’avventura dello Sporting Club Sassuolo nel campionato di serie A1 maschile. Il team emiliano, con una formazione per tre-quarti ravennate, è infatti andato a imporsi per 5-1 sui campi del Ct Maglie nella giornata di apertura del girone 1. Michele Vianello (2.3) ha dato il la al successo imponendosi per 6-0 2-6 10/6 sul pari classifica Francesco Garzelli, imitato dal concittadino Enrico Dalla Valle (420 ATP e 2.1), che ha sconfitto per 7-5 7-6 (1) Erik Crepaldi. Non è stato da meno il 15enne Federico Bondioli (2.7), che all’esordio assoluto nel massimo campionato ha ripagato la fiducia del capitano Simone Gentili con l’affermazione per 7-6 (5) 7-6 (8) su Lorenzo Lorusso (2.4), togliendosi la soddisfazione di un bel “positivo” e soprattutto di una prima volta indimenticabile in serie A per il mancino di Ravenna, ora in pianta stabile a Bordighera nel team di Riccardo Piatti. A chiudere il discorso ci ha pensato un top 100 come lo spagnolo Roberto Carballes Baena, lasciando cinque game a Geoffrey Blancaneux. A fissare il risultato i doppi, in cui Dalla Valle/Carballes Baena hanno dominato (6-2 6-0) Blancaneux/Lorusso e Vianello/Bondioli hanno ceduto di misura, per 3-6 6-1 10/5 a Crepaldi/Garzelli.

Domenica 12 lo Sporting Club Sassuolo, che nell’autunno scorso aveva sfiorato i playoff chiudendo la fase a gironi al secondo posto per appena un match vinto in meno, sfiderà in casa il Selva Alta Vigevano, squadra detentrice dello scudetto, poi il 19 luglio altra trasferta a Siracusa, in casa del Tc Match Ball.

Federico Bondioli

Federico Bondioli, 15 anni compiuti a maggio

Niente da fare invece per la squadra di Serie A2 femminile (non è scesa in campo la giovane Giulia Dal Pozzo, italo-sammarinese che si allena alla Pro Tennis School di Rivazzurra), sconfitta per 4-0 in casa dal TC Beinasco di Torino, probabilmente la formazione più forte e agguerrita del girone. Prossimo impegno domenica 12 luglio fuori casa contro il Circolo Tennis Eur di Roma.

Stessa sorte pure per la formazione di Serie B maschile, che per il primo anno esordisce in un campionato nazionale, mantenendo fede ai valori che il capitano Alessio Bazzani, maestro nazionale, da sempre ha trasmesso ai suoi ragazzi: crescere i giovani vivai dello Sporting Club Sassuolo (in rosa anche il ravennate Gianmaria Migliardi) per fare esperienza e arrivare un giorno a disputare la serie A. Il Ct Albinea ha fatto suo per 6-0 il derby: l’imolese Filippo Bettini ha ceduto per 4-6 7-5 10/3 a Leonardo Catani, mentre il giovane riminese Mattia Ricci è stato piegato per 7-5 3-6 10/7 da Federico Margini. E i due romagnoli sono usciti a mani vuote anche in doppio. Domenica 12 luglio in programma un “derbissimo” al Tennis Modena. 

Enrico Dalla Valle

Enrico Dalla Valle (foto FIT/Giampiero Sposito)

 

Ottimo successo per la Tennisover Cup andata in scena al Circolo Tennis Cervia da venerdì 3 a domenica 5 luglio. Il club cervese ha ospitato nella sua accogliente cornice un evento non agonistico molto intrigante, che ha aperto la stagione sportiva.

Il Vento della Speranza-Tennisover Cup”, rassegna nazionale per Veterani, di alto livello, di doppio, ha visto come protagonisti alcuni dei più forti Over italiani, nello spirito di grande amicizia ma anche di voglia di competere. Così nella tre giorni cervese, con il direttore tecnico del club Paolo Pambianco in cabina di regia (ospite speciale anche Ferrante Rocchi, storico direttore del Tennis Villa Carpena) sono scesi in campo circa 70 giocatori, in quello che si può definire un piacevole ritrovo tra amici, ma anche rivali in campo.

Momenti che rimarranno impressi nella mente dei partecipanti, come confermano le parole di Laura Pozzan, ideatrice dell’iniziativa, con un caloroso post sui social accompagnato da un video altrettanto emozionante: “Si chiude uno splendido week end al Tennis Cervia. Il “vento della speranza“ ha soffiato forte per tutti. Grazie per esserci stati, è stato bello. Tutti hanno vinto: noi 😊🎾. Grazie per la meravigliosa ospitalità al Tennis Cervia Paolo Pambianco Tamara Resta Daniele Mingozzi. Il vento continua a soffiare in ognuno di noi 😊

Si chiude uno splendido week end al tennis Cervia . Il “vento della speranza “ ha soffiato forte per tutti . Grazie per esserci stati , e ‘ stato bello . Tutti hanno vinto : noi 😊🎾 . Grazie per la meravigliosa ospitalità al tennis Cervia Paolo Pambianco Tamara Resta Daniele Mingozzi. Il vento continua a soffiare in ognuno di noi 😊

Pubblicato da Laura Pozzan su Domenica 5 luglio 2020

Strepitoso. Non c’è aggettivo migliore per definire lo storico esordio del Tennis Club Viserba in serie A2 maschile. Perché vincere sui campi dell’Ata Trentino di Trento non è impossibile, diventa tutto straordinario se si vince 5-1 contro uno squadrone, con una prova di carattere ed un’autorevolezza che confermano le grandi qualità di gruppo della formazione viserbese. Che sia stata una vittoria del cuore e della determinazione lo dimostra il fatto che tre match su sei sono andati al super tie-break che sostituiva il 3° set, e che anche gli altri tre match sono stati molto combattuti. Alla fine ha prevalso lo spirito di gruppo inconfondibile di questa squadra, che gioca insieme da anni, e che è composta da grandi amici, oltre che da ottimi giocatori.

Roberto Rinaldi con Francesco Giorgetti ed Alessandro Canini

Inizia così, con una larga vittoria, l’impegno della formazione romagnola nel 5° girone di qualificazione. Tutti i giocatori schierati dal capitano Marco Mazza hanno fornito il massimo delle loro possibilità, almeno in questa fase della stagione così particolare per il problema Coronavirus. Per molti infatti quello di domenica è stato il primo match ufficiale dopo diversi mesi. Per Francesco Giorgetti, Alberto Bronzetti e Alessandro Canini è arrivata una strepitosa doppietta, in singolare e doppio, ma Manuel Mazza, nel confronto dei numeri 1, ha reso la vita difficile al lituano Laurynas Grigelis, e poi in doppio, con Bronzetti, ha portato a casa il punto del 5-1.

E pensare che il confronto era iniziato male, con Stefano Galvani, neo responsabile del settore tecnico della Federazione Sammarinese, facile nel 1° set su Giorgetti, e Mattia Bernardi sul velluto su Bronzetti, poi con il passare dei game e sotto il sole di Trento che favoriva chi arrivava a questo match nelle migliori condizioni fisiche, i riminesi hanno preso le misure agli avversari, gli incontri si sono fatti molto equilibrati e nei long-tie break finali i più freschi erano i due romagnoli.
Come detto, Manuel Mazza ha tenuto testa al più quotato Grigelis, ex n.183 del ranking mondiale Atp, molto importante il quarto singolare vinto da Alessandro Canini su Davide Ferrarolli: nel terzo set il bellariese è andato a servire sul 9-5, il trentino è risalito fino a 8-9, poi Canini ha chiuso in un delicato finale sfruttando il quarto match point a disposizione. Sul 3-1 Viserba ha vinto i doppi sulle ali dell’entusiasmo.

Il capitano Marco Mazza commenta raggiante: “E’ stata la vittoria del gruppo perché oltre ai ragazzi che sono scesi in campo sono stati determinanti anche Andrea Calogero, Diego Zanni, Luca Bartoli e Samuel Zannoni che hanno lottato in tribuna come se fossero in campo. E’ il gruppo che ci rende forti. Tutti hanno dato il massimo e quando in campo si dà il massimo si esce comunque vincitori, in questo caso anche il risultato ci premia e quindi la vittoria è doppia”.
La squadra riminese è stata seguita in questa trasferta dal vicepresidente Roberto Rinaldi e dal segretario Ivano Monticelli, come pure da un caloroso gruppo di sostenitori. Per loro la soddisfazione di essere stati presenti a un momento storico per il Tennis Club Viserba.

Giorgetti e Canini in dolce compagnia

Domenica 12 luglio per il Tc Viserba esordio in casa contro il Tc Vomero di Napoli che ha in formazione stranieri come il portoghese Frederico Ferreira Silva (1.15), l’olandese Robin Haase (1.15), in campo nella giornata d’apertura contro Treviglio, il rumeno Marius Copil (1.5) e lo spagnolo Daniel Gimeno Traver (2.1). Per regolamento può essere schierato un solo straniero a giornata.

Risultati: Francesco Giorgetti (2.3)-Stefano Galvani (2.2) 1-6 6-4 10/4, Alberto Bronzetti (2.4)-Mattia Bernardi (2.4) 2-6 6-3 10/6, Laurynas Grigelis (2.1)-Manuel Mazza (2.3) 6-4 7-6 (4), Alessandro Canini (2.4)-Davide Ferrarolli (2.4) 6-3 1-6 10/8. Doppi: Giorgetti-Canini b. Grigelis-Bernardi 6-3 6-3, Mazza-Bronzetti b. Galvani-Ferrarolli 6-3 4-6 10/7.

 

Luciano Darderi

Comincia con una sconfitta la quinta avventura consecutiva in serie A1 maschile del Circolo Tennis Massa Lombarda, che nella prima giornata del girone 2 ha ceduto per 4-2 nella trasferta al Tennis Club Parioli Roma.

Sui campi di uno dei circoli in assoluto più antichi d’Italia (fondato nel 1906) la giovanissima formazione capitanata da Michele Montalbini, nell’occasione senza poter contare sull’apporto dei suoi stranieri (lo slovacco Alex Molcan e lo spagnolo Pablo Vivero Gonzalez) e soprattutto sull’infortunato Julian Ocleppo (problema al polso sinistro), si è trovata subito a dover inseguire i capitolini, visto che lo junior azzurro Flavio Cobolli ha superato in due set Samuele Ramazzotti. Stessa sorte per Francesco Forti, ragazzo di Cesenatico che fa base al Centro Federale di Tirrenia (spegnerà 21 candeline il 26 luglio, numero 446 del ranking Atp), sconfitto in due set dall’esperto Matteo Fago (2.1) nel confronto fra i numeri uno delle due formazioni, così come Lorenzo Rottoli si è arreso a Francesco Bessire. L’unico punto in singolare per il team romagnolo porta la firma dell’under 18 Luciano Darderi (2002), altro talento seguito dalla Federazione, che ha confermato quanto di positivo mostrato ai recenti Campionati Italiani Assoluti a Todi e al successivo torneo di Perugia lasciando tre game ad Andrea Bessire. Lo stesso Darderi, in coppia con Forti, consentiva al Ct Massa Lombarda di accorciare le distanze, ma nell’ultimo doppio che poteva valere il pareggio il duo Ramazzotti/Rottoli dopo aver fatto suo il primo set cedeva al match tie-break a Cobolli-Fago, determinanti per l’affermazione della compagine romana. 

Domenica 12 luglio, l’unico impegno casalingo nel girone per il team targato Oremplast – la famiglia Pagani è da tempo partner del club di via Fornace di Sopra in un progetto sportivo legato al territorio che ha pochi eguali nel panorama nazionale – che dopo le due sfide dell’autunno scorso ritrova da avversario il Park Tennis Club Genova, vincitore dello scudetto 2016. Una delle corazzate del campionato,  con una rosa di primissimo ordine: lo spagnolo Pablo Andujar, numero 54 della classifica mondiale, Gianluca Mager, in questa stagione capace di raggiungere la finale nel torneo ATP 500 di Rio de Janeiro balzando al numero 70 Atp, con tanto di esordio in Davis a Cagliari contro la Corea del Sud, Alessandro Giannessi (1.13), il talento emergente Lorenzo Musetti, 18enne di Carrara trionfatore agli Australian Open junior 2019, l’altro davisman azzurro Simone Bolelli, oltre a vari seconda categoria, tra cui Luigi Sorrentino (2.2), Alessandro Ceppellini e Luca Prevosto (2.3).

Serie A1: la squadra del Circolo Tennis Massa Lombarda

La squadra del Circolo Tennis Massa Lombarda che nel 2019 ha conquistato la salvezza in Serie A1 maschile (foto Valter Cocchi)

La squadra romagnola chiuderà il girone domenica 19 luglio con la trasferta siciliana al Circolo Tennis e Vela Messina, grande rivelazione dell’ultimo campionato sino a sfiorare il titolo, cedendo al doppio di spareggio al Selva Alta Vigevano: accanto alla punta di diamante Salvatore Caruso (n.100 Atp) figurano in organico lo spagnolo Bernabè Zapata Miralles, l’olandese Botic van de Zandschulp e l’argentino Marco Trungelliti, poi l’esperto Gianluca Naso (2.2), i giovani fratelli Fausto e Giorgio Tabacco (2.3 e 2.4), Domenico Cutuli (2.3) e Gabriele Bombara (2.4).

La formula della competizione prevede che la prima di ciascun gruppo acceda ai play-off scudetto (semifinali andata e ritorno il 26 luglio e 2 agosto, poi finale in sede e data da definire), la seconda si assicura la permanenza in categoria, mentre terze e quarte disputano i play-out per la salvezza (anche in questo caso 26 luglio e 2 agosto). 

TENNIS CLUB PARIOLI ROMA – CTD MASSA LOMBARDA 4-2
Matteo Fago (P) b. Francesco Forti (M) 62 63, Flavio Cobolli (P) b. Samuele Ramazzotti (M) 63 62, Luciano Taddeo Darderi (M) b. Andrea Bessire (P) 61 62, Francesco Bessire (P) b. Lorenzo Rottoli (M) 62 62; doppi: Francesco Forti/ Luciano Taddeo Darderi (M) b. Andrea Bessire/Francesco Bessire (P) 62 62, Flavio Cobolli/Matteo Fago (P) b. Samuele Ramazzotti/Lorenzo Rottoli (M) 36 64 10/0.

GIRONE 2
Prima giornata: Tennis Club Parioli Roma – Circolo Tennis Massa Lombarda 4-2, Park Tennis Club Genova – Circolo Tennis Vela Messina 5-1

Classifica: Park Tennis Club Genova e Tennis Club Parioli Roma 3 punti; Circolo Tennis Massa Lombarda e Circolo Tennis Vela Messina 0.

Seconda giornata (domenica 12 luglio): Circolo Tennis Massa Lombarda – Park Tennis Club Genova, Circolo Tennis Vela Messina – Tennis Club Parioli Roma.

Junior Wheelchair Tennis Trophy a Massa Lombarda

Una bella giornata di Sport con la S maiuscola, di quelle che non si dimenticano, il modo migliore insomma per lasciarsi alle spalle mesi difficili che hanno segnato il nostro Paese ma non solo. E’ quella che hanno vissuto i partecipanti (ma anche tutti i presenti) alla tappa dello Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving, ospitata sabato 4 luglio dal Circolo Tennis Massa Lombarda. Sono stati dunque i campi in sintetico dell’Oremplast Tennis Arena ad accogliere il secondo dei 4 stage/torneo del circuito nazionale riservato ai nati dal 2004 al 2011. L’iniziativa, che affianca quella che da anni è considerata la più grande manifestazione tennistica di promozione giovanile, il “Tennis Trophy FIT“, progetto nato in Italia nel 2006 da un’idea dell’ex tennista Rita Grande, è dunque ripartita dopo lo stop forzato per l’emergenza sanitaria determinata dal coronavirus.

Proprio a causa del lockdown gli organizzatori hanno dovuto rivedere il calendario iniziale della seconda edizione della manifestazione itinerante, patrocinata dal Comitato Italiano Paraolimpico e dalla Federazione Italiana Tennis: dopo il via a metà febbraio al Gruppo Sportivo Ricreativo Ferrero di Alba e l’approdo in Romagna, il tour riservato ai giovani tennisti in carrozzina proseguirà con gli appuntamenti in programma il 18 e 19 luglio a Napoli (Accademia del Tennis) e il 1° agosto a Cremona (Canottieri Baldesio), per culminare poi nel Master Finale a Roma il 25 e 26 agosto.

VIDEO JUNIOR WHEELCHAIR TENNIS TROPHY A MASSA LOMBARDA

VIDEO 2 JUNIOR WHEELCHAIR TENNIS TROPHY A MASSA LOMBARDA

VIDEO 3 JUNIOR WHEELCHAIR TENNIS TROPHY A MASSA LOMBARDA

Nell’occasione erano presenti il sindaco di Massa Lombarda, Daniele Bassi, il vice sindaco Carolina Ghiselli (deleghe: politiche sociali, abitative, educative e pari opportunità) e l’assessore alle politiche culturali e giovanili Elisa Fiori, insieme con il “padrone di casa” Oreste Pagani, fondatore dell’azienda che dà il nome all’impianto, inaugurato nel novembre 2018 in occasione degli incontri casalinghi di serie A1, ancora una volta oggetto di complimenti da parte di tutti, a cominciare da Giancarlo Bonasia, referente nazionale FIT Wheelchair, Matteo Versari, tecnico fiduciario regionale Emilia Romagna per il wheelchair, e Vincenzo Morgante, a sua volta fiduciario regionale Friuli Venezia Giulia per il wheelchair, che ha accompagnato alcuni ragazzi.

I partecipanti under provenivano dalle provincie di Pordenone, Udine, Brescia e Pescara, ai quali si sono aggiunti alcuni adulti che praticano il tennis in carrozzina e cinque giovani allievi dell’agonistica locale a disposizione per palleggiare.

Siamo davvero orgogliosi per aver ospitato nella nostra città una giornata di sport come questa nel segno dell’inclusione – commenta con soddisfazione Fulvio Campomori, presidente del Circolo Tennis Massa Lombarda – dopo esserci messi alla prova nel novembre scorso, quando organizzammo sempre all’Oremplast Tennis Arena la prima delle tre tappe del circuito regionale ‘Wheelchair Tennis’. Ho percepito tanta emozione e partecipazione nel discorso di benvenuto del sindaco, parole che sono arrivate alle persone presenti, ai genitori e agli educatori, non a caso sottolineate da un caloroso applauso che il nostro primo cittadino ha girato ai ragazzi dicendo “questo applauso è per voi”. Da parte mia è doveroso un ringraziamento particolare a Massimo Albertazzi, che ha seguito di persona i vari aspetti logistico-organizzativi dell’evento, in costante contatto con l’organizzazione del circuito e in particolare Rita Grande, oltre che con gli altri maestri e fiduciari. Ha insomma dimostrato in maniera concreta il nuovo spirito che vorremmo si facesse largo all’interno del nostro consiglio direttivo, in fase di rinnovo, dove ogni membro in autonomia porti avanti le attività che gli vengono affidate”.

Il fatto che il circuito Junior Wheelchair Tennis Trophy FIT Kinder Joy of Moving sia riuscito a ripartire in tempi rapidi dopo la situazione problematica che abbiamo dovuto affrontare e la recente riapertura delle attività sportive è sicuramente importante – aggiunge proprio Massimo Albertazzi, vice presidente dell’Under Tennis Massa Lombarda e ci gratifica che lo abbia potuto fare proprio nel nostro circolo, con l’unica tappa prevista in Emilia Romagna. Abbiamo offerto ai ragazzi il pernottamento e il pranzo di sabato, proprio perché lo sport per tutti è sempre stata una delle direttrici nel portare avanti la nostra attività. Personalmente, e penso di interpretare anche il pensiero di tutte le persone coinvolte a vario titolo in questa iniziativa, è stata un’esperienza densa di valori positivi, che mi ha arricchito. E credo proprio che ci impegneremo per proseguire su questa direzione anche in futuro”.

Lucia Bronzetti non riesce a sovvertire il pronostico e deve fermarsi nelle semifinali della seconda tappa del Mef Tour, torneo Open nazionale con partecipazione straniera, in svolgimento sui campi del Tennis Club Perugia.
La 21enne di Villa Verucchio, numero 335 del ranking Wta, dopo il periodico 6-2 inflitto all’esordio a Martina Caregaro, numero 293 della classifica mondiale e quarta testa di serie, e l’affermazione nei quarti per 6-4 6-1 sulla giovane Matilde Paoletti (2.4), in gara con una wild card, ha ceduto alla russa Liudmila Samsonova, numero 117 del ranking mondiale e prima favorita del tabellone: 6-4 6-4 il punteggio, in un’ora e 46 minuti di gioco, con cui Bronzetti è stata superata dalla sua compagna di allenamenti nel ‘Piccari&Knapp Team’ di Anzio, che al primo turno aveva già eliminato l’imolese Camilla Scala, numero 429 Wta.
Anche in questo caso, come già ai Campionati Italiani Assoluti andati in scena la settimana scorsa a Todi, giudice arbitro è il cervese Riccardo Ragazzini, che sovraintende alla manifestazione con il direttore del caso Marcello Marchesini.
Camilla Scala

Camilla Scala colpisce di rovescio (foto FIT/Giampiero Sposito)

Lucia Bronzetti vola nelle semifinali della seconda tappa del Mef Tour, torneo Open nazionale con partecipazione straniera, in svolgimento sui campi del Tennis Club Perugia. La 21enne di Villa Verucchio, numero 335 del ranking Wta, dopo il periodico 6-2 inflitto all’esordio a Martina Caregaro, numero 293 della classifica mondiale e quarta testa di serie, si è ripetuta nei quarti superando 6-4 6-1 la giovane Matilde Paoletti (2.4), in gara con una wild card. 
Bronzetti sfiderà per un posto in finale la russa Liudmila Samsonova, numero 117 del ranking mondiale e prima favorita del tabellone, che al primo turno aveva eliminato l’imolese Camilla Scala, numero 429 Wta.
Anche in questo caso, come già ai Campionati Italiani Assoluti andati in scena la settimana scorsa a Todi, giudice arbitro è il cervese Riccardo Ragazzini, che sovraintende alla manifestazione con il direttore del caso Marcello Marchesini.
Camilla Scala

Camilla Scala (foto FIT/Giampiero Sposito)

 

E’ un ricordo ancora freschissimo il secondo posto nel girone del novembre scorso, quando l’accesso alle semifinali di Serie A1 maschile è sfumato per un solo incontro per lo Sporting Club Sassuolo, capace di chiudere la stagione con uno storico quinto posto in Italia. Un risultato che testimonia come negli ultimi due anni la squadra emiliana si sia consolidata intorno ai suoi giocatori come una grande famiglia. Ma è già tempo di tornare in campo, perché dopo lo stop per l’emergenza coronavirus la Federazione Italiana Tennis ha deciso di anticipare i campionati nazionali da ottobre a luglio, con la variazione del format a cui doversi adeguare.
Lo Sporting dunque da domenica 5 luglio sarà in campo con ben tre formazioni nei campionati a squadre nazionali: la Serie A1 maschile, la Serie A2 femminile e la Serie B maschile. Un grande spettacolo di sport per i soci e gli appassionati, che potranno godere come minimo di tre domeniche (più eventuali code per gli spareggi) ricche di match sui campi in terra rossa di Via Vandelli.

Enrico Dalla Valle

Enrico Dalla Valle (foto FIT/Giampiero Sposito)

Il cambio di data costringe a lasciare l’amato sintetico indoor per la terra, non la superficie preferita della formazione di Sassuolo, decisa comunque a dar filo da torcere i avversari. Una squadra – si potrebbe dire – in salsa ravennate, visto che accanto a Stefano Napolitano (ranking ATP numero 259 e classifica italiana 1.18) sono stati confermati Enrico Dalla Valle (420 ATP e 2.1) e Michele Vianello (2.3), oltre agli emiliani Giulio Mazzoli (2.5) e Simone Cerfogli (2.8), e nella rosa capitanata da Simone Gentili sono stati inseriti come ‘vivai” due under 15 quali il mancino Federico Bondioli (pure lui di Ravenna, ora in pianta stabile a Bordighera nel team di Riccardo Piatti) e il riminese Mattia Ricci, che già da due anni militano nelle fila di Sassuolo. A questi si aggiungono i rinforzi stranieri (per regolamento se ne può schierare uno a giornata): il francese Pierre-Hugues Herbert, che vanta la 71esima posizione della classifica mondiale in singolare, vincitore in doppio di tutti gli Slam (Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open) e proprio nel 2019 vincitore delle Nitto ATP Finals di Londra; lo spagnolo Roberto Carballes Baena (99 ATP), lo sloveno Blaz Rola, n. 141 ATP, e il tedesco Daniel Masur (250 ATP). 
Il girone di solo andata inizia il 5 luglio dal CT Maglie, per proseguire la domenica successiva in casa contro i detentori dello scudetto 2019, il Selva Alta Vigevano, e il 19 luglio a Siracusa, in casa del Tc Match Ball. Una volta completato il girone, si procederà al tabellone dei play-off o play-out: l’obiettivo della salvezza
è il principale traguardo per il team targato Sporting. Gli incontri prevedono quattro singolari e due doppi che si disputano a partire dalle ore 15.00, nei campi in terra rossa all’aperto per le partite casalinghe.

Michele Vianello

Michele Vianello, giovane ravennate che difende i colori dello Sportin Club Sassuolo (foto Valter Cocchi)

La stessa domenica (5 luglio) prende il via il campionato nazionale di Serie A2 femminile e la squadra capitanata dal tecnico Massimo Nicolini riparte in casa contro il TC Beinasco di Torino, forse la formazione più forte e agguerrita del girone. Nel team di Sassuolo una nuova giocatrice, Stefania Chieppa, ex giocatrice professionista che ha raggiunto la 359esima posizione nel ranking WTA (classifica italiana attuale 2.3) e che ha il compito di trascinare le compagne con la sua esperienza giocando sempre il primo singolo. Oltre a lei, la serba Tamara Curovic, 25 anni, ed è riconfermata Giulia Guidetti, classifica 2.4, già da un paio d’anni nelle fila di Sassuolo. A completare la formazione le giovani atlete del vivaio: Alice Gubertini (2.5), Alice Monducci Delucca e Martina Zara (2.6), Giulia Dal Pozzo (2.7), italo-sammarinese che si allena alla Pro Tennis School di Rivazzurra, Giorgia Guidotti (2.8).

Giulia Dal Pozzo

Giulia Dal Pozzo

Le ragazze, dopo i mesi forzati di stop, hanno ripreso a giocare sui campi di Via Vandelli, sperando di recuperare la stagione estiva. Il loro girone di sola andata prosegue domenica 12 luglio fuori casa contro il Circolo Tennis Eur di Roma e, in alternanza con i maschi, in casa con il CT Ceriano il 19 luglio. Come sempre, la giornata prevede la disputa di tre singolari a partire dalle ore 15 sui campi in terra rossa e a seguire il doppio. Sarà un duro percorso che terrà impegnate la giocatrici per quasi due mesi, ma la grinta e la passione non mancano : le prime classificate si sfideranno per la promozione in Serie A1 e quello già da anni è l’obiettivo ambizioso che si è dato lo Sporting Club Sassuolo.
Stesse domeniche e stessi campi anche per la formazione di Serie B maschile, che per il primo anno esordisce in un campionato nazionale, mantenendo fede ai valori che il capitano Alessio Bazzani, maestro nazionale, da sempre ha trasmesso ai suoi ragazzi: crescere i giovani vivai dello Sporting Club Sassuolo per fare esperienza e arrivare un giorno a disputare la serie A. In formazione, oltre ai veterani Filippo Bettini (originario di Imola) e Mattia Magri (2.5), le promesse di “domani”: Luca Tincani (2.7), Francesco Coriani e il ravennate Gianmaria Migliardi (2.8), Gabriele Chiletti e Luca Ascari (3.2). Il girone di solo andata si disputa tra circoli limitrofi e a Sassuolo andranno ospiti CT Albinea e CT Reggio Emilia, mentre domenica 12 luglio la B sarà in trasferta al Tennis Modena. Insomma, tre derby tutti da vivere intensamente.

Federico Bondioli

Federico Bondioli è tesserato per lo Sporting Club Sassuolo

Tennis Club Riccione: Federica Cerri e Gioia Barnieri

Un’estate di tennis, insieme. E’ con questo invitante slogan che il Tennis Club Riccione lancia la sua nuova proposta: nei mesi di luglio e agosto la possibilità di stage settimanali per bambini e ragazzi, per tutti i livelli (principianti, intermedi e avanzati).
A disposizione dei giovani tennisti, sia del comprensorio che turisti (considerando che viene attivata nei due mesi clou per una località di mare dal forte appeal come Riccione) tutta l’esperienza e la passione dello staff del circolo della Perla Verde – ormai una delle realtà di vertice dal punto di vista tecnico e organizzativo della provincia di Rimini -, a cominciare dalla maestra nazionale Federica Cerri e da Gioia Barbieri, giocatrice attualmente classifica 2.4 ed ex numero 170 Wta (best ranking raggiunto il 15 settembre 2014).

Torneo giovanile Australian Riccione: la premiazione under 10

Moreno Pecci (a destra) durante la premiazione del torneo giovanile Australian del Tennis Club Riccione

Un’iniziativa fortemente voluta dal presidente Moreno Pecci, in qualche modo anticipata durante la tavola rotonda organizzata a metà giugno da Icaro Sport in collaborazione con Net-Gen. “Appena terminato il lockdown, nel momento della riapertura dei circoli sportivi, abbiamo notato un grande entusiasmo e una richiesta crescente per il tennis – ricorda il numero uno del club di via Forlimpopoli ribadendo i concetti espressi nel corso della diretta Facebook – Proprio alla luce di questo trend ho spinto sui nostri maestri perché la scuola sia la parte sempre più importante della nostra attività, così da spostare l’obiettivo non solo sull’agonismo ma anche sulle tante persone, in particolare giovani, che chiedono di giocare a tennis. Senza dimenticare naturalmente il padel, disciplina in grande espansione: non a caso, nel nostro club vediamo anche tanti ragazzi che si approcciano a questo sport. Sono situazioni che ci spingono come dirigenti a sviluppare progetti che siano in grado di incontrare questa richiesta”.  

Per informazioni e adesioni ci si può rivolgere al Tennis e Padel Riccione: tel. 0541 643684 o 349 7672023.

Padel Riccione e I-Padel Ravenna

Insieme con le competizioni a squadre tennistiche hanno preso il via nell’ultimo weekend di giugno anche i campionati di Serie B e C di padel, che vedono presenti alcune formazioni romagnole.

Nella competizione cadetta il Tennis Club Riccione ha esordito sui campi dell’Epc Roma dove ha ceduto per 3-1, mentre sempre nel girone 1 il Faenza Padel A ha strappato un pareggio sui campi del Parioli Roma. Domenica 5 luglio, con inizio alle ore 11, debutto casalingo per entrambi i club: nella Perla Verde arriva il Parioli, mentre nella città manfreda sarà di scena l’altra compagine capitolina dell’Epc.
Quindi domenica 19 luglio l’atteso derby romagnolo, sui campi del Padel Club Riccione, in via Forlimpopoli.

Tra le 16 squadre impegnate in serie B c’è anche il Country Club Castenaso (Bologna), battuto 3-1 dai romani del Juvenia nel girone 2 (Catania e l’altro team capitolino Gesinf 3C Sporting Cassia completano il raggruppamento).

Tanto padel romagnolo protagonista della Serie C, con Village Paddle Imola a piegare 2-1 il Padel Project San Pietro in Casale nel girone 1 , dove il Padel Town Forlì ha sconfitto 3-0 i pesaresi del Lucrezia Beach. Nel gruppo 7 affermazione per il Misano Sporting Club (3-0 sulla Ternana Padel B), mentre il girone 10 è tutto di casa nostra con Tennis Club Riccione, I-Padel Ravenna (il testa a testa nella giornata di apertura ha visto prevalere per 3-0 il team della Perla Verde), San Marino Padel e Faenza Padel, con i titani vincitori per 3-0 domenica 28 giugno.